4Ci torno sempre volentieri a correre a Marano Ticino, vicino a Oleggio. Si può correre su varie distanze, dai 7 ai 27 km su percorsi praticamente sempre in nel boschi del Parco del Ticino, le campagne circostanti con bei passaggi lungo il fiume, canali e laghetti. Si corre nel silenzio e nella tranquillità nell’assenza assoluta di veicoli, si corre ammirando la natura senza essere assillati dal tempo dai ritmi di gara. I km passano veloci, non ci si annoia, la varietà del fondo e di altimetria fanno si che si entri a contatto con l’ambiento in modo straordinario, gli appoggi si devono adattare e così anche il passo. Si cammina nei tratti più impegnativi per riprendere fiato, poi si riparte.1 Ai 12 km c’è il bivio della 21-27 km, sono con Marco decidiamo di proseguire, ci hanno parlato del percorso altrettanto bello nei tratti successivi e in effetti è così. Ancora qualche salita, passaggio lungo il fiume, giro dei bei laghetti di pesca sportiva con fondo morbidissimo su erba.Le gambe cominciano a soffrire per la distanza che non affronto da parecchio tempo, siamo al bivio dei 27 km, meglio non strafare e deviamo verso l’arrivo, ultimo tratto su asfalto in leggera salita. Ci aspetta per immortalarci Mike alziamo le braccia 2insieme a Marco, stanchi ma soddisfatti, quasi 22 km in 1.53′. Durante il percorso ho fatto l’errore di bere pochissimo, solo una volta intorno al 15° km, così al ristoro recupero bevendo abbondantemente. Aspettimo Michela che ha fatto il percorso più lungo in preparazione della maratona di Torino. Arriva freschissima supportata negli ultimi km da Fabio. Il gruppo Quelli della Via Baracca viene premiato con 19 partecipanti.

Annunci