Anche oggi il “Campaccio”  di San Giorgio su Legnano ci ha regalato una giornata di sole in tutti i sensi. Anche se la pioggia dei giorni precedenti ha reso il percorso in alcuni punti fangoso, ma il sole che spendeva ha riscaldato l’ambiente e ha permesso di correre ed assistere ancora una volta a delle belle gare di vero cross con tanti atleti venuti anche dalle regioni vicine.  _DSC0339Arriviamo presto per parcheggiare comodi insieme a Mike a al  Giamma, e sbrigare velocemente le procedure di ritiro dei pettorali. L’organizzazione dell’Atletica San Giorgese ha fatto come di consueto tutto in modo impeccabile, grandi spazi per il ritiro dei pettorali e il ristoro, un grande tendone dove cambiarsi e vari stand, il tutto intorno allo stadio Alberti, alla pista di atletica e al bel percorso allestito nel prati circostanti con belle collinette che rendono più impegnativo il tracciato. Alle 10,30 la prima gara Master che quest’anno è diventata Senior maschile 35-50, gli atleti sono pù di 300 e ci sono anche il Giamma e Mike, partono tutti fortissimo per ce2014-partenzarcare di prendere una posizione migliore per correre i tre giri per complessivi 6 km. Quest’anno preferisco filmare (vedi sopra), ci sono pareccchi fotografi che a raffica scattano foto a  tutti i partecipanti. I più forti, un gruppo di 4-5 guadagnano terreno sul resto dei partecipanti. il Giamma è in buona posizione e tiene il ritmo costante, mentre dietro Mike dopo una partenza traquilla recupera posizione su posizione fino alla fine riuscendo a correre con suo tempo migliore di sempre. Li aspetto all’arrivo e Ivano ci scatta una bella foto p390386050-5ricordo tutti insieme. Alle 11,15 parte la mia gara Senior 55 e oltre (quella dei vecchietti), e tutte le categorie donne. La mia condizione attuale non è buona i dolori alla schiena danno ancora fastidio e nei tratti sconnessi in discesa rallento vistosamente, mi sono scaldato poco per non sforzarmi troppo, decido di partire dietro e dopo recuperare, non sarà una scelta molto azzeccata in quanto al primo giro essendo imbottigliato sono costretto a tenere un ritmo basso infatti passo sotto il gonfiabile in 9′, continuo a superare mancano solo 2 km,  il resto della gara è tutta in rimonta e praticamente in progressione. Alla fine chiudo con un tempo discreto     ( 17’31” per 4,10 km) e comunque con 15″ meglio dello scorso anno. Seguono le gare dei cadetti femminili e maschili e poi dei più grandi, sono tantissimi. Nel pomeriggio ci saranno le gare dei Big e sarà un vero spettacolo.